Femme in vacanza…verso un settembre al top!!

Mie care Femme,

l’abbiamo desiderata, sognata ad occhi aperti e da qualche tempo è già qui, ma per me l’estate comincia ora!! :) Forse alcune di voi saranno già al mare, altre andranno in vacanza a settembre…io ho iniziato a mettere in valigia costume da bagno e pareo: sono gli ultimi giorni prima della partenza per la mia adorata Termoli!!! La mia bellissima boutique, Femme Curvy Concept Store, resterà aperta fino al giorno 8 Agosto. Al vostro rientro (detto tra noi, ho tanti nuovi arrivi già in negozio, ma non spargete la voce!) troverete tantissimi nuovi outfit curvy per l’autunno/inverno 2015  e altrettante sorprese…perché voi lo sapete che l’entusiasmo, da queste parti, non va mai in vacanza! ;)

E durante gli ultimi preparativi prima della partenza, come ogni anno prima delle vacanze estive, mi capita di ripensare a tutti i momenti vissuti con voi e agli obiettivi che abbiamo raggiunto insieme…e quest’anno c’è davvero da esserne orgogliose! :D :D :D

marianna lo preiato

È stato un anno davvero importantissimo, pieno di cambiamenti ed emozioni, a partire dal trasferimento nella stupenda via Bellaria e dalla strepitosa inaugurazione del Femme Curvy Concept Store, il primo in Italia. Sembra ieri eppure…era settembre 2014 ed è passato quasi un anno!

inaugurazione femme curvy concept store

inaugurazione femme curvy concept store

Ma se mi viene la pelle d’oca a pensare alle emozioni vissute con Simona Izzo e Ricky Tognazzi e tutti i miei fantastici amici all’inaugurazione del nuovo store, pensare al 2° Curvy Pride mi fa piangere dall’emozione!! Ancora una volta, tutte insieme a Bologna, per formare una scritta umana e urlare a tutto il mondo che la bellezza non ha taglia! La cosa più emozionante, care Femme, è che al Curvy Pride dell’8 Novembre 2014 c’erano persone di ogni sesso, età e taglia. Blogger e amici che ci seguono da tantissimo tempo ma anche persone che in strada si sono incuriosite e hanno voluto partecipare al flash mob contro gli stereotipi imposti dalla società e dalla moda.

curvy pride 2014

…e che dire della nostra giornata a Domenica In con Paola Perego?? Essere lì con tutte voi è stato un grandissimo onore, poter parlare della nostra Curvy Revolution su Rai1 di fronte a tutta Italia…un’emozione senza fine! :D La ciliegina sulla torta? Incontrare la splendida Paola Perego: una persona sensibile e intelligente, capace di andare oltre la superficie delle cose. Per me è stato un vero onore conoscerla: la stimo moltissimo!

se_con Perego

L’anno è iniziato alla grande, proseguito alla grandissima, con una miriade di eventi ed emozioni che non riesco qui a raccontarli tutti, e…non potevamo non chiuderlo con un evento super come il Curvy Pride ad Expo in Città!! 6 giugno 2015: una giornata indimenticabile, dalla nostra partenza da Bologna a bordo del Curvy Bus, al workshop sulla bellezza senza taglia – che è diventato un vero dibattito, con confronti e testimonianze che mi hanno lasciata senza fiato – fino al lancio dell’iniziativa #taglialataglia!

curvy pride milano

taglialataglia

curvy pride expo in città

Mie care Femme, con voi ho vissuto un anno indimenticabile, ricco di emozioni e obiettivi che si sono concretizzati grazie alla dedizione, alla caparbietà e a quel pizzico di follia che non manca mai!! Ma sapete qual è la soddisfazione più grande? Avere la certezza che le cose possono davvero cambiare…la nostra Curvy Revolution è partita solo da qualche anno e…guardate quanti passi abbiamo fatto!! :D

Femme, vi aspetto a settembre con nuovi brand curvy per i vostri outfit, iniziative e obiettivi ancora più ambiziosi e…l’entusiasmo di sempre!

Ci vediamo a Termoli, “stessa spiaggia stesso mare…” ♪ ♫ ♫ ♪ ♫ ♪ ♪

Siamo una squadra Curvyssimi!!!

Bellissime Femme!!

L’onda di Curvy Pride Expoincittà è stata proprio lunga! Mi sono dovuta rituffare subito nel lavoro e nella vita familiare ma continuamente, nei giorni successivi, arrivavano nuove conferme che abbiamo fatto qualcosa che per molte persone ha avuto un grande significato. :) E più queste conferme arrivano, più sento la necessità di dire una serie di grazie…stasera mi concedo un po’ di tempo per riordinare le idee e parlare di questa squadra meravigliosa che si sta creando. Perché una delle sensazioni più belle che mi lascia questo Curvy Pride è che tante realtà che già portavano avanti gli stessi temi, ora stiano facendo sempre di più rete fra loro e questa è l’unica strada per costruire qualcosa!! Lo so, finirà che dimenticherò qualcuno, che non riuscirò ad esprimere fino in fondo la mia gratitudine per ognuno… Non è un buon motivo per non provarci, solo chi non fa non sbaglia mai. ;)

curvy pride milano

Voglio iniziare da Emilio Franzoni. Proprio lui, il prof; il neuropsichiatra infantile che ha fondato Fa.Ne.P. Onlus e che da anni combatte l’anoressia e la bulimia. È venuto apposta a Milano per partecipare al nostro workshop ed ancora una volta ha dato un senso e una direzione a quello che facciamo, ci ha indicato la strada maestra e ci ha fatto sentire a nostro agio con la sua sapienza, la sua dolcezza e il suo buonumore. Talmente a nostro agio che qualcuno ha trovato, grazie a lui, il coraggio di aprirsi come mai aveva fatto prima… Ma di questo, forse, scriverò con più calma in un altro momento. Insieme al prof, l’inarrestabile Simona Simone, che coordina tutte le attività che danno visibilità a Fa.Ne.P. e alla quale ci riferiamo ogni volta che c’è da organizzare insieme qualcosa.

Che dire di Nadia Monti? Credo sia davvero difficile trovare nelle istituzioni un partner così partecipe, entusiasta e propositivo. Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Bologna, ha scoperto per caso Curvy Pride due anni fa e ha pensato che quello che facciamo rientri nelle competenze del suo assessorato, perciò ha deciso di aiutarci. Beh, è anche grazie a lei se oggi siamo molto più di una scommessa tra amici e non ci spaventiamo di affrontare tematiche molto serie, con la piccola ambizione di contribuire ad un cambiamento sociale. Nadia ormai è una di noi, ha la maglietta fucsia Curvy Pride cucita addosso, l’ha voluto ribadire con la conferenza stampa del 28 maggio, non poteva venire al workshop ma ha preso il treno e si è presentata in piazza San Carlo per partecipare a #taglialataglia e alla scritta umana. Una vera partner e, ormai, anche una vera amica.

curvy pride milano

Un rapporto in continua crescita è quello con Barbara Christmann. Tra le più influenti curvy blogger italiane, famosa per il calendario che porta il nome del suo blog Beautiful Curvy, anche lei ci ha sostenuto fin dall’inizio, con uno spirito di collaborazione che poche sue colleghe hanno. Oggi devo ringraziarla per aver messo a disposizione di questa edizione la sua teutonica precisione, la sua agenda di contatti (grazie alla quale il workshop si è arricchito di alcune voci significative) e la sua presenza su Milano, preziosissima in fase produttiva. Insieme a lei, sempre più vicino è anche Alessandro Carella di Uomini di Peso. Entusiasta e pratico, non si tira mai indietro. Ed ha portato nel dibattito un punto di vista maschile davvero importantissimo! Sara Barbieri, stilista curvy, è stata doppiamente protagonista: durante il workshop ha dato opinioni e lanciato proposte che porteranno sicuramente dei frutti nel nostro lavoro futuro. Poi, in piazza, ha dato il suo tocco di stile alle nostre magliette, utilizzando le forbici come solo lei sa fare per creare nuove linee e scollature personalizzate per tutte le pridine!!

_DSC4386

Bellissime scoperte sono state Elisabetta Viccica e Romina Diana nella veste multipla di organizzatrici del concorso Miss Bella In Carne, di fondatrici dell’Associazione Amarsi un Po’ e di imprenditrici fashion con la linea di curvy lingerie Evha&Eva. Sono venute da Roma, portando con sé un entusiasmo straordinario. È come se fossero parte della nostra squadra da sempre e sono sicura che le nostre e le loro iniziative cammineranno insieme per molto tempo. Altra scoperta è stata Morena Petrassi, che sento vicina perché anche lei è al fianco delle donne curvy che cercano di valorizzare la propria immagine con il suo image consulting Be Unique. Il suo lavoro è complementare al mio ed è un peccato che lei stia a Lugano e io a Bologna.

Un grandissimo contributo in termini di sensibilità e generosità è stato quello di Elena Guerrini, altra persona che dopo mezza giornata mi sembrava di conoscere da una vita. Elena ha distribuito, a piene mani, copie del suo libro Bella Tutta! e ne ha letto un passo durante il workshop. Ci ha regalato una grandissima emozione e non vedo l’ora di vederla in scena nel monologo teatrale che ha tratto da questo libro. Altro contributo di peso è arrivato da Raffaella Berardi, dell’ARCIGAY Milano, Sezione Donne, sia in fase di preparazione che durante il workshop: da lei è partita una delle proposte più apprezzate di cui certamente riparleremo. Raffaella, poi, ha messo la ciliegina sulla torta con un fantastico articolo su MediaComunicazione.

La passerella della nostra performance #taglialataglia è stata impreziosita dalla presenza de I Murr, Antonio e Roberta, fashion consultants tra i più noti in Italia. Durante tutto il flash mob, sono state attivissime Mirella Rosato, titolare di BeautyFull Models – prima agenzia di sole modelle curvy in Italia – e, come già a Bologna, Giorgia Marino e Szkiba “Susie” Zsuzsanna, che stavolta hanno messo a disposizione anche l’account twitter dei loro rispettivi blog Morbida, La Vita e Beauty With Plus per una diretta Periscope dell’evento. Con Mirella (e con la sua dolcissima figlioletta che è stata la nostra mascotte) sono certa che collaboreremo ancora, Giorgia è una voce importante e vivace nel panorama curvy e vorrei che fossimo sempre più vicine. Francesca Carbone, che ha lasciato (di sabato!) il suo negozio di taglie morbide Carbone Più a San Giuseppe Vesuviano per  dare il suo contributo alla causa. Marco Di Giovanni, che ci ha concesso l’uso delle foto che ha scattato durante l’evento. E la bellissima, travolgente Rajae Bezzaz, che ha messo a disposizione la sua immagine, la sua trasmissione radiofonica e tutte le interviste che ha fatto nell’ultimo periodo, per parlare di Curvy Pride. E poi ci sono le amiche di sempre, quelle che hanno condiviso il viaggio sul curvy bus…una specie di gita scolastica postuma… :D :D :D

curvy pride

curvy pride
_DSC4391

curvy pride milano

Un grazie speciale lo dobbiamo al Comune di Milano, nella persona dell’Assessore Pierfrancesco Majorino: ha voluto Curvy Pride tra gli eventi Expoincittà per aggiungere un modo diverso di guardare alle tematiche legate al cibo, soffermandosi per un attimo sui problemi oltre che sugli entusiasmi. La sua assistente Seble Woldeghiorghis, è stata un punto di riferimento prezioso, ci ha indirizzato in maniera perfetta dal punto di vista burocratico e ci ha fatto avere la Casa dei Diritti, ottimo spazio pubblico senza il quale il nostro workshop e tante proposte importanti per il futuro della curvy revolution non avrebbero mai visto la luce.

Qualcuno si starà chiedendo perché non ho ancora citato le persone che lavorano ogni giorno a far crescere Curvy Pride. Semplice: perché quando parlo in prima persona, io non parlo solo per me, parlo per tutti! Siamo sempre stati come una persona sola, ora poi che è nata l’Associazione Curvy Pride, lo siamo davvero: una persona giuridica. Se dovessi iniziare a parlare dei soci fondatori uno per uno – Simona, Laura, Grazia, Maria Laura, Erasmo, Speranza e Monica – non finirei più di scrivere. Idem se dovessi esprimere quello che mi lega a Studio Endorfine – Luca, Omar, Franz – quanti aneddoti dovrei raccontare?! Solo tre piccole annotazioni: la prima è per Attilio Cerqua, straordinario per la qualità che riesce a mettere nei video e nelle foto nonostante tenga ritmi di lavoro folli, senza mollare mai, pur di far vedere a tutti voi prima possibile le immagini di quello che facciamo; le altre due sono per Erasmo e Speranza, che stavolta non erano presenti fisicamente ma hanno lavorato con noi esattamente come se fossero accanto, senza far avvertire la distanza nemmeno per un attimo.

Se qualcuno vuole sapere come si fa a fare un Curvy Pride, beh, adesso una piccola idea forse ce l’ha. :D

GRAZIE A TUTTI!

curvy pride expo in città

Il Curvy Pride ad Expo in Città! Il mio racconto, tra emozioni e sorprese

Bellissime Femme!!!

Non so quanto tempo ci metterò a tirare fuori tutte le emozioni del Curvy Pride a Milano, per EXPO2015: Curvy Pride CI SARÀ! Non sapevo nemmeno se iniziare, per paura di non avere abbastanza spazio, abbastanza tempo, abbastanza memoria per raccontare tutto quello che merita di essere raccontato…ci provo. Magari poi tornerò a scrivere. Ora ho negli occhi il sole di Piazza San Carlo e sulla pelle il caldo di questa torrida giornata milanese, in mezzo al passeggio di Corso Vittorio Emanuele.

curvy pride expo in città

Prima di cominciare c’è sempre una sottile paura… E se scoprissimo che alla gente non importa nulla di quello che proponiamo? E se nessuno volesse partecipare al flash mob, se non trovassimo persone che abbiano voglia di affermare che non esiste una sola bellezza, ma mille tipi di bellezza diversa? Se nessuno trovasse la lotta ai disturbi del comportamento alimentare un buon motivo per fermarsi ed impegnare una piccola porzione del proprio tempo? Poi arriviamo lì, con le nostre magliette, il nostro entusiasmo esplosivo (che serve pure a mascherare l’ansia…) e ci ritroviamo con le persone che si avvicinano, decine di persone che si fermano e vogliono sapere che facciamo!

curvy pride expo in città

curvy pride expo in città

Tante donne ma anche molti uomini, dicono che vogliono partecipare anche loro e non si fa in tempo ad organizzarsi: neanche abbiamo srotolato il nostro fucsia carpet che già c’è la fila di persone che vogliono sfilare e farsi tagliare l’etichetta per #taglialataglia, e noi le tratteniamo quasi a forza, e ridiamo, e chiediamo di darci il tempo di accendere la telecamera, e tutti sono elettrizzati e impazienti ma anche allegri, felici e disponibili, e dicono che è una bella iniziativa e che sono d’accordo, vogliono gridarlo anche loro. A quel punto tutte le paure sono dimenticate, anche perché non c’è più tempo per pensieri e dubbi, bisogna correre e rispondere a tutti, salutare gli amici che ti piombano alle spalle e spiegare agli sconosciuti chi siamo e perché lo facciamo e da quando, e ridire le stesse cose centinaia di volte…

curvy pride expo in città

E intanto le persone si passano parola e tu senti che, in pieno centro di Milano, nel cuore della città che in questi mesi è il centro del mondo, ci sono centinaia di persone che stanno parlando di Curvy Pride in diverse lingue e, nel raggio di 2-300 metri, quello che noi facciamo è il principale argomento di conversazione. Poi arrivano quelli che dicono che sono venuti perché ne hanno sentito parlare a Radio Deejay e tu pensi tante cose, ma soprattutto ti domandi, sorpresa, che ne sapevano Federico Russo e Marisa Passera di Curvy Pride? Allora se ne parla? Ti chiedi. E perché l’hanno trovato un argomento interessante per la loro trasmissione….? Pensieri a mille ma soprattutto tanta emozione e gratitudine al sapere che una Radio così importante e seguita ci abbia dato spazio… ;)

curvy pride expo in città

Ma la sorpresa più grande è quella di incontrare tutte queste persone, come i volontari della Protezione Civile in Servizio, che avevano un milione di cose più importanti di cui occuparsi e, invece, hanno pensato che quello che noi facevamo meritava un pizzico del loro tempo per venire apposta fino a lì… solo per averne sentito parlare alla Radio…anche a me qualche volta capita di sentire tanti eventi interessanti a cui vorrei partecipare, ma poi ci vado? Di solito no… E mentre penso e ripenso rido e mi commuovo come una cretina…È bello sentire che quello in cui credi suscita così tanta partecipazione… ❤❤❤

11393088_1593956240882306_4836223797262824241_n

11393042_1593951614216102_1454952560662004484_n

curvy pride expo in città

11392784_1593951280882802_4532465437890601204_n

11110805_1593990267545570_8147576521403618262_n

Ma non c’è tempo di commuoversi perché, dopo aver tagliato centinaia di taglie, è già il momento di formare la nostra mitica scritta umana!!! Bisogna essere attenti e disciplinati come tanti soldatini. Bisogna concentrarsi per l’ultimo sforzo. E allora riscatta la lacrimuccia. Non ce l’ho fatta! Mi sono guardata intorno e ho visto centinaia di sconosciuti, con indosso la nostra curvy t-shirt, che erano lì a dedicare un’ora intera del loro pomeriggio (formare la scritta e farla precisa, senza aver mai provato, è un lavoro lunghissimo….!!!) al nostro progetto… Come facevo a non commuovermi ancora? Li vedevo lì senza andarsene…tanti milanesi sempre pieni di cose da fare e sempre a correre per la fretta… Eppure nessuno si muoveva e nessuno si lamentava, anzi erano tutti felici e sorridenti nonostante i 35 gradi, il sole a picco e i piedi che bruciavano per il caldo del lastricato…per formare insieme il nostro messaggio!

curvy pride expo in città

curvy pride expo in città
Io spero che tutte queste persone racconteranno agli amici che partecipare a Curvy Pride è stata una bella esperienza. Per quanto mi riguarda è una delle cose più entusiasmanti che mi siano capitate nella vita e consiglio a chiunque di provarla almeno una volta, per poi poter tornare a casa pensando: “Oggi mi sono divertito come un bambino, ho conosciuto persone belle e ho dato il mio contributo ad una causa giusta. Buonanotte!”

P.S. Credo che una delle idee migliori di questo Curvy Pride Expo in città sia stata il Curvy Bus…verso Expo in Città!. Se non avessi avuto intorno il sostegno delle persone meravigliose che hanno condiviso con me il viaggio di andata e quello di ritorno e che hanno continuamente alimentato con la loro passione il mio entusiasmo, credo che sarei morta d’ansia…. Ma quello dei ringraziamenti è un altro capitolo. ❤

curvy pride expo in città

Curvy Pride all’Expo in Città: #taglialataglia!

Curvy Pride all’Expo in Città: #taglialataglia!.

scritta_curvy

Web

Curve allo Specchio: Barbara Christmann

curve allo specchio

Leale, instancabile, competente, brillante, affascinante, generosa… aggiungiamo altro? I suoi occhi sono di un azzurro meraviglioso!

Lei è Barbara, l’ideatrice dello strepitoso Calendario Beautiful Curvy.

Ama il suo lavoro alla follia e le ragazze del Calendario Beautiful Curvy per lei “sono un po’ come le sue bambine che protegge e aiuta nella loro crescita personale”.

Per lei la bellezza è un equilibrio tra anima e corpo.

A voi Barbara!

Barbara-110

Chi è la donna che vedi nello Specchio? Sono una donna che è sempre stata più o meno in carne.

Che donna sei? Mi impegno per cambiare certi concetti di bellezza stereotipata in modo da far capire che la bellezza non dipende dalla taglia, ma dal proprio sentirsi bene.

Come sei diventata la donna che vedi? Grazie all’amore da parte della mia famiglia e specialmente di mia madre ho raggiunto un equilibrio psicofisico. Ho letto dei libri che mi hanno aiutato a capire cosa è importante nella vita.

Ti piaci? e cosa ti piace di te? Sono una persona curiosa, disponibile, generosa, corretta e responsabile.

Cosa cambieresti invece? Ciò che non mi piace di me è che ho un rapporto poco disciplinato con il cibo.

Che rapporto hai con il tuo corpo? Mi lascio andare alle tentazioni della gola, questo comportamento alla lunga mi fa male alla salute e lo so.

E con la bilancia? Non amo molto la bilancia e ci salgo poco per tenere il peso sotto controllo.

Come ci convivi con la taglia? Non mi sono mai fatta delle paranoie per la mia taglia, ma quando il peso influisce sulla salute non va bene.

Che cos’è la bellezza e quanto è importante per te? La bellezza per me è un equilibrio tra anima e corpo ed è una cosa che si percepisce guardando una persona. Se osservate le nostre ragazze del Calendario Beautiful Curvy, si percepisce la mia idea di bellezza naturale, sana e gioiosa.

20141218PressDay_0025

Tu… e il cibo? Sono purtroppo una persona golosa, quando vedo dei cibi che mi incuriosiscono difficilmente resisto ad assaggiarli, dal salato al dolce.

A cosa non sai rinunciare? Alla mia curiosità!

Cosa piace agli altri di te e cosa piace a te degli altri? Credo che quello che piaccia agli altri è che sono una persona che sa ascoltare, disponibile, comunicativa, aperta, gentile ed equilibrata. Mi piace degli altri che siano persone aperte, educate, rispettose e intelligenti.

Quanto conta il giudizio degli altri? Il giudizio degli altri mi interessa fino a un certo punto, dipende dal rapporto che ho con loro.

Cosa ti fa soffrire? Mi fa soffrire l’indifferenza e l’egoismo delle persone che pensano che il mondo giri intorno a loro, credo che l’unione faccia la forza e la collaborazione crea nuove sinergie. Mi fa soffrire se le persone giudicano le tue capacità lavorative in base alla forma fisica.

Uomini e curve. Qual è la retta che li unisce? Per gli uomini avere le curve non è un problema come per le donne, si vede anche dall’offerta di abbigliamento e dall’accettazione delle rotondità maschili rispetto a quelle femminili.

Sei felice? Amo la vita e le persone creative che provano a dare risalto e bellezza alla nostra vita.

Cosa ti rende felice? Sono felice quando frequento delle persone positive, che ti fanno sentire bene e quando posso fare le cose che desidero.

IMG_7550

La donna in cui ti rispecchi di più? Non ho un modello di donna, ma ammiro tutte le donne che nella storia sono riuscite a cambiare qualcosa in meglio per le donne.

La canzone a cui ti senti più legata? Amo le canzoni che parlano d’amore come anche i film d’amore, credo che l’amore sia la forza che fa muovere il mondo.

Qual è il tuo progetto a cui sei più legata? Il Calendario Beautiful Curvy!!! Visto che non ho avuto figli e non mi sono mai sposata, le ragazze del calendario sono un po’ come le mie ” bambine ” che proteggo e aiuto nella loro crescita personale. Alcune di loro riescono a diventare, grazie al calendario, delle modelle professioniste. Cosi riesco non solo a valorizzare le bellezze diverse, ma anche trovare per alcune di loro uno sbocco lavorativo.

Curvy calendario 20158061